APPUNTAMENTO: Via di Santo Stefano Rotondo, 7
ORE: 16.00
IMPORTO: 8 euro
EVENTO A CURA DI: Marta Palombi

Sul Celio si nasconde un capolavoro architettonico del V secolo: la basilica paleocristiana di Santo Stefano Rotondo. La pianta centrale di questa chiesa la rende una delle più suggestive di Roma. Il restauro promosso da papa Niccolò V nel XV secolo ne ha alterato l’originaria struttura architettonica e compromesso l’apparato decorativo. Artisticamente parlando degno di nota è il martyrologium dipinto da Niccolò Circignani, detto il Pomarancio nel XVI secolo. Il martyrologium che si compone di 34 scene in cui vengono raffigurati i martiri subiti da una serie di santi aveva la funzione di “preparare psicologicamente” i giovani missionari che sarebbero partiti per convertire al cristianesimo popolazioni di paesi lontani, dove avrebbero potuto affrontare numerosi pericoli.

MODULO DI PRENOTAZIONE

* Campo Obbligatorio